Loading...
HOME / CRONACA / Ora Grillo detta la linea dura ai 5 Stelle: “No a nuovi Cie, i clandestini vanno cacciati e basta”

Ora Grillo detta la linea dura ai 5 Stelle: “No a nuovi Cie, i clandestini vanno cacciati e basta”

loading...

 

Ora Grillo detta la linea dura ai 5 Stelle: “No a nuovi Cie, i clandestini vanno cacciati e basta”

È veramente difficile conoscere la vera linea politica del movimento cinque stelle sull’immigrazione. Prima Grillo chiede le espulsioni di massa, poi sostiene che servono gli immigrati perché gli italiani non fanno più figli, ora detta la linea dura del movimento, NO ai Cie ed espulsione immediata dei clandestini.

Il MoVimento Cinque Stelle si adegua subito alla linea anti-clandestini  repentinamente inaugurata da Beppe Grillo. I Cinque Stelle si scagliano contro il neo-ministro dell’Interno Minniti che intende riaprire i Cie e annunciano di volere gli immigrati irregolari immediatamente espulsi. Ma è demogogia allo stato puro.

Sono proprio i Cinque Stelle, infatti a battersi da sempre contro il reato di immigrazione clandestina. Evidentemente, i grillini, ormai privi di strategia e di fronte al fallimento clamoroso della loro classe dirigente alla guida delle città, tentano di intercettare il crescente senso di insicurezza per l’immigrazione incontrollata. È così che compare oggi sul Blog di Grillo questo “proclama”  dei Cinque Stelle:  “Aprire un Cie per regione, come propone il ministro Minniti, rallenterebbe solo le espulsioni degli immigrati  irregolari e non farebbe altro che alimentare sprechi, illegalità e  mafie con pesanti multe (pagate dai cittadini italiani) per la  violazione di sentenze della Corte di Giustizia Europa e della Corte  Costituzionale in materia di diritti umani.

È necessario identificare  chi arriva in Italia, scovare i falsi profughi, espellere rapidamente  gli immigrati irregolari nel giro di qualche giorno, senza  parcheggiarli in inutili Cie spesso gestiti dalle mafie, accogliere  chi ha diritto d’asilo ed integrare seriamente gli immigrati  regolari”.

“Sono cose – prosegue il post – che il M5S afferma con buonsenso da  anni. Per far questo serve prima di tutto un governo credibile e in  grado di farsi rispettare dai partner internazionali. Condizione  necessaria affinché si stipulino tutti quegli accordi bilaterali che  ci permetterebbero di espellere gli immigrati irregolari che, come  certificato dalla stessa Ue, sono l’80% di chi è giunto in Italia  negli ultimi anni”.

“In assenza di questi accordi – affermano sempre i Cinque Stelle – , l’Italia ne può espellere solo poche migliaia degli oltre 75mila che risiedono sul nostro territorio. Da mesi dai territori della Penisola arrivano disperati appelli.  L’ultimo, è quello del prefetto di Reggio Emilia che ha dichiarato che ‘sono raddoppiati i richiedenti asilo, non sappiamo più dove metterli  ed il rischio è che molti non abbiano diritto agli aiuti”’.

“L’allarme è stato portato subito all’attenzione del  Parlamento, dove abbiamo rilanciato le nostre proposte, inclusa quella di assumere migliaia di laureati in discipline giuridiche che possano  identificare al più presto chi ha diritto all’asilo e chi no. Gli  irregolari identificati dopo questo processo vanno subito rimpatriati”. Un pugno di neolaurati contro l’immigrazione clandestina? Verrebbe da ridere, se non ci fosse da piangere .

 

SCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)I

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

 

 

Altro Salvatore

Loading...

Guarda Anche

Mischia il dialetto della provincia di Enna col piemontese e ottiene il sardo

Mischia il dialetto della provincia di Enna col piemontese e ottiene il sardo ISCRIVITI ALLA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *