Loading...
HOME / CRISI / Caritas, rapporto choc: gli italiani al sud più poveri degli immigrati, nelle mense il 66% è italiano

Caritas, rapporto choc: gli italiani al sud più poveri degli immigrati, nelle mense il 66% è italiano

loading...

caritas

Caritas, rapporto choc: gli italiani al sud più poveri degli immigrati, nelle mense il 66% è italiano

I dati del rapporto sulla povertà Caritas 2016 parlano chiaro: il 66% di chi ha chiesto aiuto e assistenza nel Mezzogiorno è italiano. Superate le domande degli immigrati.

Siamo abituati a vedere gli immigrati chiedere aiuto ai centri della Caritas, ma l’Italia sta cambiando, purtroppo.

Per la prima volta nel 2015, nel sud del Paese il numero degli italiani che chiede aiuto ha superato quello degli stranieri.

Il dossier sulla povertà: nel sud italiani più poveri degli immigrati

È questa l’assurda verità tracciata dal rapporto 2016 della Caritas sulla povertà. A livello nazionale il peso dei migranti continua a essere maggioritario, con una percentuale che si aggira attono al 57%, ma nel Mezzogiorno, gli italiani hanno sorpassato gli stranieri con il 66,6%. Dopo una lunga e consolidata prevalenza femminile, il 2015 segna un importante cambio di tenzenda nel genere. Infatti per la prima volta c’é una sostanziale parità tra uomini 49,9%) e donne (50,1%). Di media, l’età delle persone che si rivolge ai Centri Caritas è di 44 anni.

Tra i beneficiari dell’ascolto e dell’accompagnamento prevalgono le persone coniugate (47,8%), seguite dai celibi o nubili (26,9%). Il titolo di studio più diffuso è la licenza media inferiore (41,4%); a seguire, la licenza elementare (16,8%) e la licenza di scuola media superiore (16,5%). I disoccupati e inoccupati insieme rappresentano il 60,8% del totale. I numeri del rapporto sulla povertà deliano anche i bisogni che hanno spinto a chiedere aiuto e sono perlopiù di ordine materiale. Con il 76,9% spiccano i casi di povertà economica; al 57,2% il disagio occupazionale. Dati da non trascurare i problemi abitativi (25,0%) e familiari (13,0%). Sono frequenti anche casi in quei le situazione di disagio si sommano con due o più ambiti problematici.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

 

Altro Salvatore

Loading...

Guarda Anche

Mischia il dialetto della provincia di Enna col piemontese e ottiene il sardo

Mischia il dialetto della provincia di Enna col piemontese e ottiene il sardo ISCRIVITI ALLA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *