Loading...
HOME / CRONACA / “Berlusconi piangeva”: la clamorosa mail segreta di Hillary Clinton

“Berlusconi piangeva”: la clamorosa mail segreta di Hillary Clinton

loading...

mail

“Berlusconi piangeva”: la clamorosa mail segreta di Hillary Clinton

“Ho sentito uomini adulti piangere. Letteralmente, dico”. Hillary Clintonil nome non l’ha fatto, ma si riferiva a Silvio Berlusconi. Nell’ultimo pacchetto di email rubate al capo della sua campagna per le presidenzialiJohn Podestà e pubblicate da Wikileaks, ce n’è una che fa riferimento al primo scandalo, quello dei cablogrammi diplomatici degli ambasciatori Usa in Europa, e anche stavolta a uscirne male è il Cavaliere, allora premier italiano.

“Andavo in giro a chiedere scusa” – La mail riporta il contenuto di una conferenza organizzata da Goldman Sachs che la Clinton tenne nell’ottobre 2013, con una conversazione off the records con il Ceo Lloyd Blankfein. La ex segretaria di Stato americana spiegava il grande imbarazzo che provò quando dovette girare l’Europa per scusarsi con i leader tirati in ballo da Wikileaks. “Ricorderete la debacle. Vengono fuori centinaia di migliaia di documenti. E io devo andare a fare il giro delle scuse. Avevo una giacca come se fosse il tour di una rock star. Il Clinton Apology Tour – scherzava Hillary -. Dovetti andarmi a scusare con chiunque fosse stato in qualche modo descritto nei cable in qualunque maniera che fosse considerata meno che lusinghiera. E fu doloroso. Leader che resteranno anonimi, che erano caratterizzati come vanitosi, egotisti e affamati di potere…”.

L’accento italiano – “Assodato”, la incalza Blankfein. “… corrotti. E noi sapevamo che lo erano. Questa non era fiction. E io dovevo andare a dire: sai, i nostri ambasciatori, certe volte si lasciano trasportare, vogliono tutti essere dei letterati. Partono per la tangente. Cosa posso dire. Ho sentito uomini adulti piangere. Letteralmente, dico. Io sono un amico dell’America, e tu dici quelle cose di me“. E qui il riferimento a Berlusconi, perché Blankfein la ferma: “Questo è un accento italiano“. “Abbiate senso dell’umorismo”, ammicca la Clinton. “E quindi tu hai detto, Silvio…”. Risate. E ora altri imbarazzi nella campagna elettorale americana più velenosa di sempre.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK (QUI) o (QUI) o (QUI)

Seguici su Twitter (QUI)

Google + (Qui)

Al nostro canale Youtube (Qui)

Iscriviti al nostro gruppo Facebook (Qui) o (Qui) o (Qui) o (Qui

Fonte clicca QUI

 

Altro Salvatore

Loading...

Guarda Anche

Mischia il dialetto della provincia di Enna col piemontese e ottiene il sardo

Mischia il dialetto della provincia di Enna col piemontese e ottiene il sardo ISCRIVITI ALLA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *